venerdì 24 aprile 2015

VIDEO - "Cioccolata" al Pediculus

Sulle placche del Pediculus, Nic Bartoli ripete "Cioccolata", tiro di Antonio Boscacci di fine anni '80 recentemente richiodato (4 spit sostituiti).

domenica 8 marzo 2015

Val di Mello, "Mellothin"



Notata solo una decina di giorni fa, complice lo scarso innevamento con la neve pressata dalle vecchie slavine.
Si tratta di una gola/diedro piuttosto aperta, sulle bastionate rocciose davanti a Cascina Piana, posta a sinistra e più in basso del muro di "Mello's Moon" e appena prima dell'imbocco della Val Temola. Dentro di essa si vedono delle rettilinee righe bianche che formano un'estetica linea ininterrotta, nelle condizioni trovate da noi: ghiaccio stretto e sottile ma scollato solo all'inizio, il resto pastoso e salibile se pur con dovuta delicatezza.
C'è poco misto da fare perché ai lati ci sono generalmente placche di granito slavato, meglio farebbe una scarpetta d'arrampicata piuttosto che i ramponi.
Le soste su nut e friends + chiodi a lama, non lasciati, mentre sulla via è rimasto un nut martellato e un chiodo sulla riga di ghiaccio del settimo tiro, il più impegnativo.
Il resto ci si protegge con friends nelle fessure, a volte sotto la striscia di ghiaccio.
Si scende in doppia a sinistra per una parete con cenge e alberi (5 doppie).
Salita con Giacomo Rovida, apprendista ravanatore (caso raro vista l'età) e davanti alla cordata Tito Arosio, ravanatore professionista e navigato.


Tito sul tratto chiave, settimo tiro
(foto Giacomo Rovida)

sabato 10 gennaio 2015

MISTO MALENCO

Un'altro inizio stagione invernale con temperature alte ma quest'anno anche con poca neve. Per cui la possibilità di andare ad esplorare nuovi terreni in quota con avvicinamenti ancora agevoli su neve portante. Dopo un warm up alla Parete della Diga di Alpe Gera in alta Val Lanterna, con Giacomo Rovida e Andrea "Panzina" Salvetti siamo nel Vallone di Scerscen a salire la prima di una lunga serie di colate e linee di misto che salgono lungo i contrafforti del Sasso Nero. Luogo isolato e bellissimo, al cospetto del Bernina. Apriamo "Here We Go", 200 metri divertenti e con alcuni passaggi inusuali tra roccia e ghiaccio. Qualche giorno più tardi, prima dell'arrivo della neve (anzi, sotto la prima leggera nevicata), esploriamo la Val Poschiavina ma troviamo solo una linea salibile che apriamo e chiamiamo "Je suis me stess".


Primo tiro alla Parete della Diga
Passo di boulder al quarto tiro sulla Parete della Diga

Ultime sottili colate in cima alla Parete della Diga

Piz Roseg visto dal Vallone di Scerscen

Sasso Nero, la bastionata rocciosa con tante colate ancora da salire

Secondo tiro di "Here We Go", Sasso Nero

Secondo tiro di "Here We Go", Sasso Nero
Inizio dry sul quarto ed ultimo tiro di "Here We Go", Sasso Nero

"Here We Go", Sasso Nero
"Je suis me stess", Val Poschiavina

Al centro della foto, la linea di "Je suis me stess"

In doppia da "Je suis me stess", sopra il lago di Gera

mercoledì 20 agosto 2014

Pizzo Cengalo, vie nuove sulla parete Est

Due nuove linee sulla parete Est del Cengalo per il gruppo di giovani alpinisti tedeschi ed il loro big wall / alpine training camp guidato da David Gottler e Daniel Gebel. Dopo i primi giorni di allenamento in fondovalle (Sasso Remenno e Val di Mello), i sei ragazzi più gli istruttori si sono trasferiti in quota e in 3 giorni hanno salito due linee parzialmente nuove nella prima parte ed in comune alle vie esistenti nella parte alta, "Gran Diedro" e "Porco Cain", quest'ultima salita in libera fino al 7a dov'erano indicati i tratti di A1.
info e racconto in tedesco sul sito del DAV.

Pizzo Cengalo, parete Est, via "Disomogenea" con uscita "Gran Diedro"
Pizzo Cengalo, parete Est, via "Anima gemella" + "Porco Cain".
Big Wall training al Sasso Remenno
Big Wall training su un nuovo tiro al Sarcofago, Val di Mello

giovedì 24 luglio 2014

Restyling del Pediculus



Il Pediculus è una struttura rocciosa situata di fronte all'area del Sasso Remenno nell'altro lato della valle, raggiungibile parcheggiando al Campeggio Sasso Remenno o a Visido, percorrendo la stradina ciclabile fino agli "Alpini" e da qui in salita per sentierino tracciato in 10 minuti alla base, stesso sentiero per chi va al settore di Strombix, poi si taglia a destra seguendo il greto secco di un torrentello (ometti).

A cavallo degli anni '80 era uno dei "giardini personali" del Bosca (Antonio Boscacci). Come per il vicino Piede dell'elefante Boscacci tracciò qui diversi monotiri di aderenza su roccia rugosa, con chiodatura sempre ingaggiosa e difficoltà fino all'VIII grado della mitica "Lemonada".

Le Guide Alpine Val di Mello nel 2014 hanno rivalorizzato il luogo pulendolo dalla vegetazione, richiodando le vecchie vie della placca (mantenendo la chiodatura originale) e tracciandone di nuove nel lato sinistro.

Materiale consigliato corda da 60/70 metri, 12 rinvii, friends fino al 3 per le vie trad.

Nomi, vie e gradi in aggiornamento; da sinistra:

"via Mirko", 5c, spit, fessure con passo in placca finale
"via Mirko", 6c, spit, difficile placca iniziale e finale
"via Spini", NL (7b?), spit, pancia liscia, progetto
"The distance", 6c, 12 spit
"via trad" fessure parallele, sosta sulla via seguente
"Iacubi", 5c/6a, 6 spit, lame e placca
"Cioccolata", VII, 4 spit, aderenza
"Urinad", VII, 3 spit, aderenza, pericolo caduta a terra tra secondo e terzo spit
"Diedro delle vespe", V, trad, friends medi
"Pidocchio", VI-, trad, bella placca proteggibile con friend su lame e buchi
"Brutto momento", 6a+, spit, placca ben chiodata, si prende dal tiro precedente
"Dobra Woda", VII, via Bosca, 1 spit, expò
"Attaccati alle palle", VII+, via Bosca, 2 spit molto lontani
"Lemonada", VIII-, via Bosca, 3 spit molto lontani, passi duri protetti


Video e foto (foto Laura Benaglia) dell'inaugurazione durante i camp estivi Mellokids.



lunedì 21 luglio 2014

FESTA DELLE GUIDE 2014

Per il terzo anno torna la Festa delle Guide in Valmasino, appuntamento il 15 e 16 agosto!


domenica 20 luglio 2014

MELLOKIDS - nuove settimane

Dopo il successo della prima sessione dei campus estivi "Mellokids" (vedi pagina Facebook e canale youtube), le Guide Alpine Val di Mello ripropongono altre due settimane a fine agosto e inizio settembre.

Info e iscrizioni:

339/6591252 Barbara
baby@rockspot.it




Sempre per bimbi e ragazzi, dal 15 luglio al 22 agosto ogni martedi il nostro classico corso in zona Sasso Remenno.

Info e iscrizioni:

349/0072719 Valentina
338/7609087 Luca
guidevaldimello@libero.it


sabato 19 luglio 2014

GUIDE ALPINE VAL DI MELLO - via "Gossemberg"

Un percorso adatto a tutti, emozionante e spettacolare per via della splendida cascata che scorre a fianco delle placche dove si arrampica.
Sistemata e ripulita parzialmente dalla vegetazione, la via "Gossemberg" sale per 6 o 9 tiri di corda (a seconda di dove si desidera finire), con difficoltà moderate di III e IV in aderenza.
Soste su alberi e spuntoni ad eccezione della prima (2 spit sostituiti, stessa sosta delle vie "Lo scivolo" e "Cicciolini votatemi") e della S7 (2 fittoni dei canyonisti).
Ottima anche nelle giornate più calde con bagno possibile nella grande vasca d'acqua della S6.
Discesa rapida dal sentiero della Val del Ferro.


Mellokids al sesto tiro della "Gossemberg"
(foto Laura Benaglia)

giovedì 3 luglio 2014

Scoglio di Val Terzana, nuovi tiri in fessura

In tema di trad climbing torna di moda lo Scoglio di Val Terzana (recensito sulla nuova guida "Solo Granito" a pagina 405), con alcuni tiri in fessura tracciati nel settore sinistro, a sinistra dell'attacco del grande diedro, opera di Pietro Biasini, Luca Godenzi, Daniele Bianchi, Irene Fortini e Luca Maspes.

Scoglio di Val Terzana

Pietro Biasini apre "Governatore del Canadà" (6b)

Irene Fortini segue su "1200 euro" (6c+/7a)

martedì 15 aprile 2014

Val di Mello "restyling" e novità - work in progress

TRAPEZIO D'ARGENTO
Nell'estate scorsa, richiodate con qualche variazione e aggiunte le vecchie vie spittate situate tra "Stomaco Peloso" e "Nuova Dimensione", tutte con difficoltà dal VI al VII (6a e 6b).
Da sinistra "Scimmiagallina" (new, 6 spit), "via sconosciuta" (5 spit), "Idea del Cavolo" (L1 3 spit), "Ombelico" (salito nei primi anni '80, non chiodato), "Bitter Lemon" (L1 2 spit), "Vento e pioggia" (3 spit) e "Speedy" (L1 5 spit) all'estrema destra della placca.
Sempre nel lato destro della placca, "No smoking" è una via novità di 3 lunghezze di 30 metri: la prima di "Speedy Gonzales", tratto più difficile seguite da due lunghezze di placca più facili ma con chiodatura mellica (3 spit il secondo tiro, 2 il terzo, diff. massime di VI/VI+, qualche friend piccolo utile per chi ha poco pelo).

Guide Alpine: Mirko Masé, Davide Spini, Luca Maspes, Pietro Biasini.

Articolo su UP Climbing


Trapezio d'argento, nel lato sinistro della placca le vie riattrezzate, in azzurro "Nuova Dimensione" e le sue varianti (no spit), in bianco "Speedy Gonzales" (spit), in rosso la via recente "No smoking" (spit). 
Summer Camp Rock Spot sulle vie del Trapezio appena richiodate 
Scherzo al pubblico di Facebook: uno spit (incollato) su "Stomaco Peloso"!!!



SPONDE DEL QUALIDO
Con il consenso dei primi salitori (Luca Biagini, Elia Sartorio) richiodata la via "Corvo bianco", 7 lunghezze di placca a destra della cascata e con difficoltà fino al VII (6b) nella difficile e liscia partenza. Diverse ripetizioni nel corso dell'estate.

Guide Alpine: Luca Biagini, Davide Spini, Luca Maspes.

L'attacco originale di "Corvo Bianco"

Pulizia su "Corvo Bianco"

Penultimo tiro con un degli apritori Luca Biagini


ALKEKENGI
Nel periodo autunnale, richiodate le vie di Antonio Boscacci e Luisa Angelici "Colibrì" e "Il filo di Arianna", entrambe di 4 /5 lunghezze aperte dall'alto e con difficoltà fino al VII- (6a+). Richiodate mantenendo il posizionamento originale degli spit e delle soste.
Nel settore centrale richiodata "Una scheggia color sangue" (3 tiri da 25 m, VI+ max, aggiunti due spit rispetto alla chiodatura originale).
Più a sinistra richiodata "Topola", tiro intenso di aderenza del Boscacci ma con spit vicini, chiodatura mantenuta a lunghezza originale.
Nella placca-zoccolo sottostante, a fianco della già richiodata "L'ebbrezza degli alti fondali" (3 L, VII-), messa la sosta al tiro di Galvez "Anarcoma", VII+ con primo spit altissimo, e sostituiti gli spit ad un corto tiro di 5 spit del Bosca.
Nella primavera 2014, richiodatura di "L'infinito" (VIII/VIII+, 2 lunghezze, 1 spit aggiunto in partenza) ad opera del suo stesso autore (Mario Giacherio) che ha richiodato anche la parallela "Il Pranzo di Babette" (Boscacci-Angelici, 3 L, max VIII/VIII+).
Nell'estremo lato sinistro dell'Alkekengi richiodata anche il corto ma intenso monotiro di "Ribes" (Boscacci, VIII-).


Guide Alpine: Luca Maspes, Mario Vannuccini, Pascal Val Duin, Giovanni Ongaro, Pietro Biasini.

in calata su "Il filo di Arianna"
Il punto di partenza delle due vie
(foto Pascal Van Duin)
Richiodando "Una scheggia color sangue" (3 L, VI+)


PLACCHE DEL GIARDINO
Richiodate "Fritzina" (2 lunghezze), "Kalispera" e la via sulla destra, sempre di Boscacci, chiodatura uguale a dov'era prima. Le vie a sinistra ("Lunaria", "Verde Gemma" e "Dolce Psicodramma" erano già state sistemate qualche anni fa da Dante Barlascini.


Guide Alpine: Mario Vannuccini, Luca Maspes, Davide Spini, Pietro Biasini.


Richiodando "Fritzina"

STELLA MARINA
Richiodatura di "Il flauto Magico" di Antonio Boscacci e Luisa Angelici (5 lunghezze), chiodatura riposizionata nei punti originali.

Guide Alpine: Davide Spini, Pietro Biasini.

Stella Marina, "Il flauto magico" (6c/7a max, 6b+ obbl.)